Archivio

Archivio Luglio 2005

Dedicato a Marco, che ama i SIGUR ROS

31 Luglio 2005 8 commenti


Chissà com’eri felice l’altra sera, a Villa Arconati, ascoltando i tuoi amati SIGUR ROS.
Ti dedico questo post, stimolando la curiosità di quelli che, forse, ancora non li conoscono.
Grazie Marco per avermeli fatti conoscere.

Trasmettere ciò che amiamo non è facile, perchè non basta segnalare un disco, un film, un libro.
Bisogna metterci la passione. Soltanto la passione permette alle idee, a tutte le idee, di diffondersi.
Ma come far passare la passione attraverso le nuove tecnologie comunicative? Peraltro, studiate per un consumo personale, individuale, staccato dal gruppo.

Ognuno sta solo
davanti al proprio PC
davanti al proprio DVD
davanti al proprio I.POD
etc.

Avete notato come tutte le nuove tecnologie siano definite da acronimi? Da sigle derivate da termini inglesi?

Riferimenti: Qualcosa su di loro…

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Non sapete cosa leggere quest’estate?

28 Luglio 2005 10 commenti


No? Bene,allora faccio il mio dovere di blogger e diffondo:

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha citato in giudizio per diffamazione, per il volume «L’ombra del potere», David Lane e gli Editori Laterza – che rendono nota la notizia con un comunicato – «chiedendo al Tribunale di Roma la liquidazione di oltre un milione di euro di danni morali». Il libro del corrispondente italiano dell’Economist, già pubblicato in inglese dalla Penguin un anno fa, ricostruisce vicende di politica, affari, corruzione e mafia degli ultimi decenni sulla base di una ricca documentazione. «Gli Editori Laterza e l’Autore – conclude il comunicato – «ritengono prive di fondamento le argomentazioni della citazione, alla quale risponderanno nei modi e nelle sedi previste dalla legge».
ALCUNI STRALCI – In un passo del libro «contestato» si legge che: «Mr. Berlusconi non è adatto a guidare il governo di alcuna nazione, tanto meno quello di una delle più ricche democrazie del mondo».


Riferimenti: Dal Corriere della Sera

Categorie:Senza categoria Tag: , , , ,

Hobo’s Lullaby

22 Luglio 2005 7 commenti


…la ninna nanna del vagabondo fiero e selvaggio, mitico personaggio ora estinto (*) che popolava l’America della Great Depression.
Generazioni di chitarristi si sono scorticati le dita per arrivare poi a questo suono puro e rurale e pagano, espressione del Profondo Sud (e qui il mio pensiero vola a Truman Capote).
“Hobo’s Lullaby”, canta Arlo Guthrie, e il cuore si stringe e quasi si spezza, al ricordo di suo padre, il grande Woody.
Forse qualcuno si ricorda di un film ormai scomparso: “Questa terra è la mia terra” si chiamava, ed era la storia della sua vita.
Woody aveva inciso sulla sua chitarra questa frase:
“Questa è una macchina ammazza-fascisti”.

(*) sostituito dal povero globalizzato, obeso e fornito di mobil home. La povertà vera oggi spaventa: meglio la povertà nascosta dietro telefonini, bicchieri di carta, jeans cinesi, junk food.
Riferimenti: omaggio a Woody

Categorie:Senza categoria Tag: ,

Ho visto La Guerra dei Mondi (quella di Spielberg)

14 Luglio 2005 9 commenti


Sono lontani i tempi in cui la gente si spaventava a morte per la trasmissione radio di Orson Wells, Così come sono lontani i tempi di E.T., l’extraterrestre buono.
Oggi i marziani, gli alieni, gli UFO, sono cattivi, cattivissimi, neri, brutti, dispettosi, crudeli.
E’ assolutamente gotica l’atmosfera del film di Spielberg: il mondo è grigio, ventoso, pieno di macerie. Risuonano echi di Matrix; trionfano le macchine, la meccanica, altro che elettronica o informatica.
Risuonano echi di Fritz Lang, di Metropolis.
Insomma, il film mi è piaciuto e mi ha tenuta incollata alla poltroncina. Mi ha rimandato citazioni cinematografiche, amore per il cinema, visioni futuriste, copertine di Urania.
L’interpretazione di Tom Cruise (del quale si può dire la famosa battuta: “Le sue espressioni sono due, con cappello o senza”), ha fornito al film una connotazione molto “americana”.
E con questo lancio la palla a NNS, curiosa di sentire la sua opinione…

Categorie:Senza categoria Tag: , , , ,

Un’ode per Haagen Dazs

5 Luglio 2005 14 commenti


Non sto impazzendo. O forse sì?
Da qualche tempo ho scoperto il gelato Haagen Dazs. Beh, devo dire che la mia vita è cambiata.
Da quando ho assaggiato questo gelato non solo non riesco più a mangiarne altri, ma provo una sorta di dipendenza.
Haagen Dazs produce, almeno qui in Italia, pochi gusti: fragola, vaniglia, cioccolato, noci di Macadamia, Cookies, praline.
A giorni alterni (non tutti i giorni, anche perchè costa piuttosto caro) non vedo l’ora di comperare il barattolino da mezzo chilo di Praline Cream e mangiarmelo quasi tutto (la mia coscienza mi suggerisce ogni volta di lasciarne un po’ per l’indomani, ma alla fine lo finisco tutto).
Il massimo del gusto è quando il gelato è quasi sciolto, morbido, carico di aroma. Beh, è un’esperienza gastro-mistica.
Qualcuno di voi lo ha provato?
Riferimenti: Il sito inglese di Haagen Dazs

Categorie:Senza categoria Tag: ,